mercoledì 9 aprile 2014

Sbriciolata di ricotta e pesche ( sciroppate, naturalmente...)


La sbriciolata è una delle torte più semplici, versatili e di successo che io abbia mai fatto.
L'impasto riesce sempre, la puoi farcire a piacere con il ripieno più goloso e ricco come con una farcia semplice e leggera e, fondamentale, non avanza MAI......
Questa volta ho usato un barattolo di pesche sciroppate rimaste dai cesti regalo di Natale ed è stato un successo anche stavolta.

Ingredienti per la frolla
  • 300 gr di farina
  • 200 gr di burro freddo
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 2 tuorli d'uovo
  • un pizzico di cannella in polvere
  • un pizzico di sale
Impastare velocemente con la punta delle dita tutti gli ingredienti e formare un impasto sbricioloso. Foderare una tortiera tonda e mettere sul fondo metà delle briciolone ottenute, senza pressarle.

Ingredienti per la farcia
  • 450 gr di ricotta
  • 130 gr di zucchero bianco
  • 2 uova intere
  • 50 gr di limoncello
  • un barattolo di pesche sciroppate
Con le fruste montare le uova con lo zucchero, aggiungere la ricotta e il limoncello e mescolare bene. Sul fondo di briciole nella tortiera, mettervi le pesche tagliate a pezzettini e sgocciolate bene, coprire con la crema di ricotta e versare sopra a tutta la crema le restanti briciole di impasto.
Mettere in freezer per mezz ora circa.

Togliere dal freezer e infornare subito a 180°C per circa 30/40 minuti









domenica 6 aprile 2014

Falafel dell'amicizia

Come dimostarare ad una persona che le si vuole bene ?
Cucinandole un pranzo vegetariano nonostante tu sia onnivora e stracarnivora !
E così è stato: devo dire che mi si è aperto un mondo....
Spero che Laura e Barbara(un'altra carnivora sacrificata... abbiano apprezzato il pranzo e invito anche voi a provare qualche ricettina.
Bon appetit !
;-P

Ingredienti
  • 300 gr di ceci lessati
  • Prezzemolo tritato
  • Pangrattato
  • Aglio
  • Cumino in polvere
  • Cipolla tritata
Mettere nel mixer i ceci, la cipolla, il prezzemolo, il cumino e un cucchiaio di olio evo.
Frullare il tutto e regolare di sale e pepe.
Formare delle polpettine che poi schiaccerete leggermente e passerete nel pangrattato.
Friggere i falafel nell'olio di semi bollente.
Un paio di dritte:
  1. Se l'impasto risultasse troppo molliccio aggiungete del pangrattato. Se anche questo non basta, lasciate riposare il composto in frigo per un'ora e poi lavoratelo subito.
  2. I falafel possono essere cotti anche in forno (maledetta dieta...), a 180°C per 20/25 minuti.
Io li ho serviti con della salsa Tahina e dello Tzaziki, ma questi sono i miei gusti: voi potete provare con una salsa allo yogurt semplice o, come i miei due mostriciattoli, con la maionese !!




martedì 1 aprile 2014

Sfogliatine di mele.....dietetiche !


Ma quanto è difficile cercare di perdere un pò di peso quando si è così golose....!?!
La mia dieta inizia il lunedi, vacilla il martedi e crolla definitivamente al mercoledi....
Tanto poi il lunedi successivo si ricomincia !
Ma almeno sui dolci la mia coscienza cerca di contenere la mia gola,
così vedo di accontentarmi di idee veloci e meno caloriche.
Queste sfogliatine sono ottime e pronte in un attimo.
Alla faccia della dieta !

Ingredienti
  • Un rotolo di pasta sfoglia già pronta
  • Mele gialle
  • Marmellata di albicocche (o qualsiasi altro gusto)
  • Zucchero di canna
  • Latte
Tagliare la sfoglia a rettangoli di media grandezza.
Mondare le mele e tagliarle a fettine, spruzzandole con succo di limone per non farle annerire subito.
Adagiare le fettine di mela al centro dei rettangoli di sfogli, lasciando libera la cornice esterna di pasta. Spennellare le mele con la marmellata e i bordi liberi di sfoglia con il latte.
Cospargere i bordi con poco zucchero di canna.
Infornare a 190°C per 15/20 minuti, fino a quando vedrete i bordi della sfoglia colorarsi.
Inutile dirvi che con una pallina di gelato sono perfette !




mercoledì 19 febbraio 2014

Aperitivo in 5 minuti .... aiutoooooo!!!

Non succede solo nei film. E' un incubo che può palesarsi a chiunque e in qualsiasi momento.
La fatidica telefonata:"Siamo nei paraggi, veniamo a farvi un salutino !!".
La gioia è innegabile tanto quanto il panico.
Ma con un pò di fantasia....


Ingredienti
  • Caprini (vaccini o di capra)
  • Un pezzetto di Galbanino o Caciotta Grattugiati a scaglie grossolane
  • Sale e pepe
  • Olio evo
  • Parmigiano grattugiato
  • Piadine
  • Semi di sesamo, semi di papavero, paprika ed erba cipollina
Formare un impasto con i formaggi e l'olio evo, aggiustare di sale e pepe e formare delle palline.
Rotolare le palline nelle diverse coperture e metterle su dei piccoli cerchietti di piadina che avremo ricavato con un coppapasta.



Servite con un flute di vino bianco frizzante e con il nostro sorriso alla "non mi avete mica sconvolta con questo arrivo a sorpresa"....... ;-P

Bon appetit !