domenica 2 novembre 2014

Torta Acidella


Ritorno dopo mesi di assenza senza alcuna giustificazione.
I figli, le mille cose da fare e da seguire.....
Ora torniamo ai fornelli e ci infiliamo anche una svolta "sana": l'integrale. Sto infatti cercando di sostituire tutti i prodotti raffinati con gli equivalenti integrali, più sani e gustosi (a volte purtroppo anche più cari...).
 Per ora la famigliola mi segue.
La svolta salutista è arrivata seguendo le indicazioni del Prof. Berrino, non un medico qualunque, le cui linee guida potete trovare qui.
Quindi questa sarà l'ultima mia ricettina con prodotti raffinati. 
Godetevela fino all'ultima briciola....
:-)
Ingredienti:
  • 4 uova
  • 120 gr di farina
  • 150 gr di zucchero
  • 80 gr di burro fuso freddo
  • 1 bs lievito per dolci
  • 120 ml di succo di limone
  • scorza grattugiata di un limone grande
Inizio sbattendo i tuorli con lo zucchero. Una volta ottenuta la spuma aggiungo il burro, la scorza, il succo di limone e amalgamo il tutto.
Aggiungo poi la farina e il lievito setacciati.
A parte monto a neve gli albumi e li unisco delicatamente alla crema, mescolando con una spatola dal basso verso l'alto.
Verso nella tortiera imburrata e inforno a 180°C per 15/20 minuti.
Lasciar raffreddare in forno spento e aperto.

Bon appétit !


venerdì 9 maggio 2014

Pasteis de Belèm


Le Pasteis de Nata o Pasteis de Belem sono i dolcetti tipici di Lisbona, a base di pasta sfoglia e di una  crema all’uovo aromatizzata alla cannella che prendono il nome da una delle zone più belle di Lisbona, alla foce del Tago, la zona di Belém dove si trova la Torre di Belém, simbolo della città, ed anche il Monastero dos Jeronimos, anche questo legato alla genesi.

La storia narra che in passato accanto al monastero ci fosse una raffineria di canna da zucchero con annesso un piccolo negozietto. Con la rivoluzione liberale del 1820, tutti i conventi e i monasteri in Portogallo vennero chiusi, e per un tentativo di sopravvivenza, alcune suore e frati del monastero, iniziarono a vendere i Pasteis de Belém, che ancora oggi vengono venduti nella stessa zona; fuori invece dalla zona di Belém modificano il loro nome in Pastéis de Nata (pasticcini alla crema)."

Li ho preparati per la scuola di mio figlio e sono stati un successo !
Inoltre ho avuto l'approvazione della mia amica Barbara, buongustaia doc, e quindi si va sul sicuro ! 
Provateli....;-P
Ingredienti
  • 1 rotolo di sfoglia già stesa
  • 50 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di farina
  • 4 tuorli
  • scorza di limone grattugiata
  • 1 bs di vanillina
  • mezzo bicchiere di latte
  • 250 ml di panna fresca
Mettere tutti gli ingredienti, tranne la sfoglia, in un pentolino e amalgamarli bene.
Mettere sul fuoco e far addensare la crema.
In uno stampo da muffin avremo già foderato il fondo con dei cerchi ricavati dalla sfoglia.
Versare un pò di crema in ogni guscio di sfoglia.
Io ho messo sulla crema qualche goccia di cioccolato, ma ci vedrei bene anche un paio di lamponi freschi !
La ricetta originale non prevede aggiunte.
Infornare a 220°C per circa 15 minuti.


mercoledì 9 aprile 2014

Sbriciolata di ricotta e pesche ( sciroppate, naturalmente...)


La sbriciolata è una delle torte più semplici, versatili e di successo che io abbia mai fatto.
L'impasto riesce sempre, la puoi farcire a piacere con il ripieno più goloso e ricco come con una farcia semplice e leggera e, fondamentale, non avanza MAI......
Questa volta ho usato un barattolo di pesche sciroppate rimaste dai cesti regalo di Natale ed è stato un successo anche stavolta.

Ingredienti per la frolla
  • 300 gr di farina
  • 200 gr di burro freddo
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 2 tuorli d'uovo
  • un pizzico di cannella in polvere
  • un pizzico di sale
Impastare velocemente con la punta delle dita tutti gli ingredienti e formare un impasto sbricioloso. Foderare una tortiera tonda e mettere sul fondo metà delle briciolone ottenute, senza pressarle.

Ingredienti per la farcia
  • 450 gr di ricotta
  • 130 gr di zucchero bianco
  • 2 uova intere
  • 50 gr di limoncello
  • un barattolo di pesche sciroppate
Con le fruste montare le uova con lo zucchero, aggiungere la ricotta e il limoncello e mescolare bene. Sul fondo di briciole nella tortiera, mettervi le pesche tagliate a pezzettini e sgocciolate bene, coprire con la crema di ricotta e versare sopra a tutta la crema le restanti briciole di impasto.
Mettere in freezer per mezz ora circa.

Togliere dal freezer e infornare subito a 180°C per circa 30/40 minuti









domenica 6 aprile 2014

Falafel dell'amicizia

Come dimostarare ad una persona che le si vuole bene ?
Cucinandole un pranzo vegetariano nonostante tu sia onnivora e stracarnivora !
E così è stato: devo dire che mi si è aperto un mondo....
Spero che Laura e Barbara(un'altra carnivora sacrificata... abbiano apprezzato il pranzo e invito anche voi a provare qualche ricettina.
Bon appetit !
;-P

Ingredienti
  • 300 gr di ceci lessati
  • Prezzemolo tritato
  • Pangrattato
  • Aglio
  • Cumino in polvere
  • Cipolla tritata
Mettere nel mixer i ceci, la cipolla, il prezzemolo, il cumino e un cucchiaio di olio evo.
Frullare il tutto e regolare di sale e pepe.
Formare delle polpettine che poi schiaccerete leggermente e passerete nel pangrattato.
Friggere i falafel nell'olio di semi bollente.
Un paio di dritte:
  1. Se l'impasto risultasse troppo molliccio aggiungete del pangrattato. Se anche questo non basta, lasciate riposare il composto in frigo per un'ora e poi lavoratelo subito.
  2. I falafel possono essere cotti anche in forno (maledetta dieta...), a 180°C per 20/25 minuti.
Io li ho serviti con della salsa Tahina e dello Tzaziki, ma questi sono i miei gusti: voi potete provare con una salsa allo yogurt semplice o, come i miei due mostriciattoli, con la maionese !!