martedì 31 marzo 2015

Focaccia ripiena con esubero

 Continua la fantastica produzione di lievitati con la pasta madre, in questo caso con "esubero" di pasta madre. Che cos'è ?? Non è altro che pasta madre non rinfrescata...
E funziona perfettamente, come e più della pasta madre.
Provare per credere...

Ingredienti
  • 150 gr di esubero (fresco o anche di 3/4 giorni)
  • 400 gr di farina Manitoba
  • 330 gr di acqua tiepida
  • 5 gr di  sale
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 crescenza da 400 gr
  • 3 cipolle rosse medie
  • olive verdi snocciolate
  • pomodorini a volontà
Sciogliere l'esubero nell'acqua tiepida e lasciarlo riposare 15 minuti.

Aggiungere la farina, il sale e l'olio e impastare per bene.
Lasciar lievitare il panetto ricoperto con pellicola da cucina per almeno 4/6 ore o più.
Intanto affettare sottilmente le cipolle e fare a dadini la crescenza.
Tagliare anche i pomodorini e condirli con olio e sale.

Una volta lievitata, stendere metà della pasta nella teglia da forno foderata con cartaforno, distribuirvi sopra la crescenza e le cipolle.
Stendere poi la restante pasta e metterla nella teglia sopra al primo strato. Distribuirvi sopra i pomodorini e le olive, sigillare bene i bordi della focaccia.
Io l'ho anche spennellata con un pò di salamoia (acqua, sale e olio).
Infornare a 200°C per 30 minuti circa.



Bon appetit !

lunedì 16 marzo 2015

Brioches con pasta madre e Fior di Frutta


Ebbene si....dopo reiterati e falliti tentativi di autoproduzione della tanto agognata Pasta Madre, mi sono arresa e mi sono affidata ad una gentilissima spacciatrice di lievito madre.
Inutile dire che la coccolo e la curo come se fosse il mio terzo figlio !
La mia produzione inizia con un dolce che, nonostante non sia sfogliato come le brioches del bar, non ha niente da invidiare ai prodotti industriali.

Ingredienti
  • 400 gr di farina manitoba
  • 150 ml di latte intero
  • 4 cucchiai di olio di semi
  • 4 cucchiai di miele
  • 200 gr di pasta madre rinfrescata (per chi non ha la pasta madre, la può sostituire con 25 gr di lievito di birra aumentando la farina a 500 gr)
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • 1 barattolo di Fior di Frutta Rigoni (per me Fragoline di Bosco...yumm)
Iniziamo sciogliendo con le mani la pasta madre nel latte intiepidito. unire poi il miele e l'olio e amalgamare bene.
A questo punto versiamo la farina e la cannella e impastiamo energicamente. Coprire il panetto ottenuto e lasciarlo lievitare al calduccio fino al raddoppio del suo volume. L'ideale sarebbe preparare l'impasto alla sera e infornare le brioches al mattino.
Infarinate leggermente il piano di lavoro e stendete l'impasto con il matterello formando un grande rettangolo dello spessore di circa 3 millimetri. Suddividete con la rondella tagliapasta in quattro rettangoli lunghi e stretti. Dividete ogni rettangolo in due triangoli tracciando la diagonale. Avrete così ottenuto 8 triangoli.
Mettete alla base di ogni triangolo un cucchiaino di Fior di Frutta e arrotolate le brioches.
Disporre le brioches in una teglia foderata con carta forno e aspettate mezz ora prima di infornare.
Una volta portato il forno ad una temperatura di 180°C, spennellare le brioches con latte e zucchero e infornare per circa 15 minuti.


Rimangono morbide per due/tre giorni e sono ottime riscaldate al micro.
E per i più golosi la marmellata può essere sostituita con la famosa Nocciolata Rigoni.....
Buona colazione a voi.



mercoledì 7 gennaio 2015

Risotto al Chianti e formaggio di fossa con cialde alle nocciole



Un risottino raffinato ma molto semplice.
Ingredienti:
  • 250 gr di riso integrale
  • 1 noce di burro
  • mezza cipolla rossa
  • 2 bicchieri di Chianti
  • brodo qb
  • formaggio di fossa
  • 200 gr di granella di nocciole
  • 300 gr di parmigiano grattugiato
Iniziamo soffriggendo la cipolla tritata con burro e olio. Procedere come un normale risotto: unire il riso per farlo tostare, bagnare con il Chianti, far evaporare l'alcool e coprire con il brodo. Portare a cottura.
Mentre il riso cuoce prepariamo le cialde che ci serviranno per accompagnare il riso.
In una ciotola mescoliamo il Parmigiano con la granella di nocciole.
Scaldiamo sul fuoco una padellina antiaderente e, aiutate da un coppapasta, formiamo dei cerchi con il composto di formaggio e nocciole: il tutto inizierà a sciogliersi e a diventare uniforme. Quando inizierà a fare le bollicine toglietelo con una spatola e lasciatelo raffreddare su un tagliere. Procedere con la cottura delle altre cialde.
Una volta ultimata la cottura del risotto, mantechiamolo con burro e un cucchiaio di Parmigiano e andiamo ad impiattare: mettere sul fondo del piatto una cialda croccante, sovrapporvi un pò di risotto, poi un'altra cialda e infine una quenelle di risotto. Guarnire con scaglie di formaggio di fossa.


Bon appetit !!


domenica 2 novembre 2014

Torta Acidella


Ritorno dopo mesi di assenza senza alcuna giustificazione.
I figli, le mille cose da fare e da seguire.....
Ora torniamo ai fornelli e ci infiliamo anche una svolta "sana": l'integrale. Sto infatti cercando di sostituire tutti i prodotti raffinati con gli equivalenti integrali, più sani e gustosi (a volte purtroppo anche più cari...).
 Per ora la famigliola mi segue.
La svolta salutista è arrivata seguendo le indicazioni del Prof. Berrino, non un medico qualunque, le cui linee guida potete trovare qui.
Quindi questa sarà l'ultima mia ricettina con prodotti raffinati. 
Godetevela fino all'ultima briciola....
:-)
Ingredienti:
  • 4 uova
  • 120 gr di farina
  • 150 gr di zucchero
  • 80 gr di burro fuso freddo
  • 1 bs lievito per dolci
  • 120 ml di succo di limone
  • scorza grattugiata di un limone grande
Inizio sbattendo i tuorli con lo zucchero. Una volta ottenuta la spuma aggiungo il burro, la scorza, il succo di limone e amalgamo il tutto.
Aggiungo poi la farina e il lievito setacciati.
A parte monto a neve gli albumi e li unisco delicatamente alla crema, mescolando con una spatola dal basso verso l'alto.
Verso nella tortiera imburrata e inforno a 180°C per 15/20 minuti.
Lasciar raffreddare in forno spento e aperto.

Bon appétit !